Crazy Nightie – la camicia da notte più pazza del mondo – Upcycling sovversivo

In realtà io non volevo farlo un post. Mi sono fatta questa camicia da notte inguardabile perché il caldo mi ha preso alla sprovvista, mi serviva e in fretta. La Crazy Nightie è comoda e fresca ed io ho imparato ad amarla come tante altre cose uniche ed imperfette. Ora, essendo diventata schifosamente esibizionista per via di questa cosa del blog ho documentato il tutto neanche si trattasse di un esperimento del Cern ed ho addirittura messo insieme un’infografica a suggellare il tutto. Vuoi a questo punto non scriverci pure un post…

 

Scarto l’idea di scrivere in merito alle camicie, alla notte che (non)  porta consiglio, al sonno (specie se arretrato). Sulla pazzia, o anche più modestamente, sull’equilibrio psichico e la sua assenza, avrei delle cose da dire, ma non posso farlo senza ledere il diritto alla privacy di alcuni interessantissimi soggetti che non sto qui a elencarvi.

Pertanto non mi resta che esprimervi le mie essenziali note sul riciclo come modo di pensare e vivere etico e politico. Questo progetto rientra (un po’ a calci, ma rientra) nella sfera dell’up-cycling che consiste nel trasformare un oggetto in qualcos’altro che abbia un maggior valore. Le possibilità sono infinite e YouTube può permettervi di esplorarle.

Il maggior valore si può misurare in termini artistici o materiali, o ancora energetici. Per esempio la mia ridicola camicia da notte ha un valore materiale di circa 5euro (quello che mi sarebbe costato comprarne una anche di infima qualità) ma consente il risparmio di 3.300 litri di acqua (con notevoli benefici sull’ambiente e sul mio senso di colpa quando faccio il bagno). Valore artistico,  nel caso specifico: non pervenuto.

Per avere qualche spunto di up-cycling ma rimanere in tema di abiti e accessori vi segnalo questo libretto da uno degli autori del leggendario Sarto Subito (praticamente introvabile). Mi sono piaciuti molto i progetti descritti ed ancora più la cornice culturale che descrive.

In conclusione la Crazy Nightie vuole essere solo uno spunto di riflessione. Cioè, non siete obbligate a fare una roba così brutta eh. Però promettetemi che ci penserete. Sew you soon.

2 commenti

  1. Ho scoperto il tuo blog da poco, avendo deciso a 42 anni suonati di imparare a usare la macchina da cucire… diciamo che necessità fa virtù.. e volevo ringraziarti per i tuoi post utilissimi e chiari, anche se io sono proprio una pasticciona e per lo spirito con i quali li scrivi
    Grazie mille

Che ne pensi?