Evanesco orlo! Come si fa l’orlo invisibile.

Ci vorrebbe un incantesimo. Tipo un Recanto (*meteofattura che fa cessare il cattivo tempo), oppure qualcosa di semplice tipo un Accio (per gli occhiali, le chiavi della macchina o anche un bel bastone nodoso), un Petrificus Totalus o magari anche un Oblivion. Non aspiro ad un Expecto patronum (anche se…

Continua a leggere

Re-esistenze improprie e la tasca a listino

Ritengo che le opinioni personali debbano rimanere all’interno del perimetro delle proprie competenze. Le estenuanti discussioni, dove cercavo di argomentare con un filo di logica delle stanche obiezioni verso ottuse ma granitiche convinzioni, mi hanno ha portato nel tempo ad evitare il confronto con opinioni diverse dalle mie. Non è…

Continua a leggere

L’orlo impostore (aka orlo originale jeans)

Nonostante quanto sostiene la mia prima (ed al momento unica) commentatrice acida, io non sono una sartina. Intanto perché qualsiasi diminutivo non mi si addice per questioni di fatto e comunque mi fa incazzare. E poi perché non sono sarta, non faccio la sarta, non ho studiato da sarta. Io…

Continua a leggere