Il punto dritto – lezioni di cucito per negati

Come fare il punto dritto.

Si appoggia la stoffa, si abbassa il piedino e si preme il pedale.

Ecco il punto dritto.
Fine del post.

Okey scherzavoBisogna dire però che con questa sola informazione basilare riuscirete già a cucire più o meno qualsiasi cosa. Da una federa per un cuscino, all’orlo delle tende, al sacchetto del cambio per il nido. E son già dei risultati nettamente superiori alla media.

Se proprio volete fare le prime della classe vi fornisco alcuni consigli in ordine sparso, un po’ raccattati in giro nella rete e sui manuali e un po’ derivanti dalle mie prime fallimentari esperienze.

Vediamo intanto dove usare il punto dritto

Per unire due pezzi di stoffa

E per fare il suddetto sacchetto per il Nido ad esempio. Prima di cominciare tirate i fili dietro i piedino e teneteli tesi mentre cucite i primi punti: evita che i fili si aggroviglino. Fate anche qualche punto indietro all’inizio e alla fine della cucitura per fissarla.

punto drittoPer fare un orlo

Essendo questa una cucitura che si vede si pone il problema di andare dritti, si può fare in due modi:

  • si va a cercare una qualsiasi maglietta comperata sulle bancarelle e si osserva come la stessa non presenti alcuna cucitura dritta nemmeno a pagarla e pertanto si prosegue indifferenti.
  • Oppure, a voler essere pignoli, si cuce a filo del piedino (e si cerca di usare un filo di un colore il più possibile simile a quello della stoffa, non come ho fatto io per esempio).

punto dritto 2

 

Per impunturare

Il punto dritto usato in questo da subito un senso di raffinata rifinitura, mentre in realtà è una cosa di una facilità imbarazzante. Dopo aver unito i due pezzi di stoffa portatevi sul dritto della stoffa ed aiutandovi con il bordo del piedino seguite la linea della cucitura. Da un solo lato (fissando sul retro i margini di cucitura uniti) o da entrambi i lati (tenendo i margini aperti). Un filo di colore contrastante, naturalmente.punto dritto 3

Per arricciare una stoffa

Con il punto dritto lasciato molto lento di fa la tecnica del punto filza, tirando i capi del filo il tessuto si arriccia. (Ci sono altri modi per arricciare un tessuto, magari farò un articolo più avanto, cercate di sopravvivere senza fino ad allora, so che potete farcela)

E vediamo ora dove NON usare il punto dritto

Per cucire il jersey

O altri tessuti elastici, non tiene, si rompe il filo e il tessuto si scuce, usate un zig zag o un punto elastico se la vostra macchina ne dispone.

Finezze conclusive…

La tensione del filo è importante ma non perdete tempo a spaccarvi la testa per capire il meccanismo che ci sta dietro. Fate una prova, se vi sembra che i punti vadano bene vuol dire che vanno bene, se invece l’aspetto non vi soddisfa provare diverse regolazioni ed arrivateci in modo empirico. Siamo donne in gamba e ce la possiamo fare.
Tutte le macchine da cucire che ho incontrato permettono di regolare la lunghezza del punto. Le istruzioni dicono di farlo in base al tessuto ma di solito non sono più precise di così. Cercate di non farei punti troppo corti, perché vi dovesse capitare di dover disfare la cucitura è da uscirne pazzi.

Qualche esempio

orlo facile

 

 

Che ne pensi?