Manuale di sartoria per principianti: Il libro fondamentale – Recensione

Autodidatta è bello.

Apprendimento anarchico,

approfondimento libertario

ed ordine logico non pervenuto.

Autodidatta non è per tutti.

Dispersione di energie,

spreco di risorse

ed alto rischio di abbandono.

Io mi ci sono trovata benissimo.

Mi sono drogata di video-tutorial su YouTube in inglese e spagnolo (che capisco), in rumeno (che intuisco), ed anche in russo ed in arabo (che ignoro.. confidando nella potenza delle immagini). Ho fatto tanti tentativi , molti disastrosi, altri accettabili e alcuni decisamente baciati dalla fortuna. Mi sono divertita un sacco.

E’ evidente che non mi sono fatta una competenza nel campo del cucito, ma nel campo della ricerca di fonti sul cucito posso dire di sì. Qualche dritta ve l’ho già ‘passato’ in questo post, altro vi suggerirò più avanti quando parleremo di re-fashion. Oggi vi voglio consigliare un libro che se avessi incontrato tre anni fa avrebbe tolti molto charme al mio percorso di auto-apprendimento, ma sicuramente avrei ottenuto risultati meno disastrosi.

Il libro si chiama

Manuale di sartoria per principianti, di Wendy Ward 

(lo trovi su Amazon)

ed offre tutti gli strumenti per potersi creare un guardaroba pressoché da zero e in un tempo ragionevole. Per chi come me è ansiosa di vedere risultati concreti e non è disposta a cominciare dai portatovaglioli.

Il libro contiene 6 cartamodelli multi-taglia: una t-shirt, una gonna con fascia trasformabile in abito, una gonna svasata con “coda”, un pantalone largo, una giacca con zip ed infine un tubino.

manuale-di-sartoria-per-principianti

Per ogni modello proposto

  • sono suggeriti i materiali più adatti per ottenere stili diversi;
  • viene descritta dettagliatamente la procedura di realizzazione dal taglio alla confezione;
  • vengono dati suggerimenti di varianti e personalizzazioni (come balze, tasche, colli..)

Il Manuale di sartoria per principianti continua poi con una ampia sezione dove vengono date indicazioni generali sull’uso dei cartamodelli e della macchina da cucire e vengono illustrate alcune essenziali, come gli orli, la lavorazione delle pence, il montaggio delle maniche e gli sbiechi.. Funzionale alla realizzazione dei modelli presentati ma molto utile anche come consultazione generale.

istruzioni

Purtroppo come ho detto l’ho incontrato tardi. E molte cose le avevo già scoperte girovagando nei blog, ma è un ottimo libro, va subito al sodo e i modelli sono lineari ma stilosi.

Io ho confezionato la giacca con la zip di un panno pesante blu. Ho ingrandito leggermente il modello basandomi sulla progressione delle taglie.

ingrandire-il-cartamodello

Ho anche reciclato il cartamodello del dietro e delle maniche come base per altri modelli.

La giacca mi piace molto: veste molto bene e la confezione veramente elementare ma curata grazie soprattutto alle rifiniture con lo sbieco che ho scelto a contrasto coordinato on la zip.

dettagli

Presto proverò il pantalone e il tubino per il quale proverò a creare un cartamodello che integra due taglie diverse per il sopra e per il sotto, confido che il modello me lo consentirà senza che a linea sia compromessa.

Il Manuale di sartoria per principianti lo trovate su Amazon a questo link.

Chiudo con una chicca sulla casa editrice. Il cartamodello allegato alla mia copia era stampato male, alcune marche erano illeggibili. Ho tentato senza troppa speranza una mail alla casa editrice mi ha inviato in pochi minuti il pdf completo. Sono cose a cui non siamo più abituati.

6 commenti

  1. Questo post l’avrei potuto scrivere io! Il libro è davvero fatto bene. Ho fatto la gonna, mille magliette con lo scollo a barca, da quel cartamodello ho fatto un abitino e una maglia manica lunga, e poi anche i pantaloni. Insomma…. Mai più senza!!! La giacca non l’ho fatta ma ho intenzione a breve, magari finiti Natale annessi e connessi. Io trovo solo le taglie un po’ abbondanti ma meglio così, piuttosto che strette. Anche uno dei miei cartamodelli era stampato male e in neanche 1ora mi hanno mandato il pdf corretto. Voto 10. Ciao a presto! Aspetto sempre i tuoi post!

    • Grazie Ilaria per il tuo commento così completo ed interessante. Sono contenta che condividi le mie impressioni e visto che sicuramente hai sfruttato il libro più di me che ne dici di mostrarci qualche foto dei tuoi risultati?

  2. Utilissima grazie! Ero in dubbio su questo libro… ne ho diversi ma pochi sono davvero utilizzabili. Lo prenderò 🙂

  3. Ciao, il libro mi è arrivato da qualche giorno e lo trovo molto interessante. Proprio ora mi sto apprestando a ricalcare il modello della giacca, tutto ok fino al davanti e dietro, ma, aimè, forse sarà la mia imbranataggine, ma non trovo la manica… me la segnala da unire con un altro pezzo e poi mi ritrovo con una parte di tubino…! Visto che l’hai già fatta, mi puoi suggerire dove la trovo?
    Grazie mille!!

    Cristiana

Che ne pensi?