Salvato dalla spazzatura… un vecchio asciugamano rinnovato da uno sbieco

Ogni tanto conviene ritornare a bomba sulle motivazioni sottostanti alle scelte che si sono fatte. Per ri-centrarsi e per sentirsi un po’ più padroni della propria vita e del proprio tempo invece di sentirsi dei meri esecutori di una task list infinita, che subiamo come se fosse imposta dall’esterno.

salvato dalla spazzatura produzionimproprie

Questa operazione di set up la faccio spessissimo per quanto riguarda gli impegni famigliari, mentre la evito accuratamente in ambito lavorativo perché ho timore di quello che scoprirei e delle conseguenze.

Nel modesto ambito di questo hobby del cucito, fa bene ogni tanto ricordare che, anche se mi lascio tentate dai gadget, dai piedini e dalle stoffette, l’obiettivo iniziale era risparmiare e non sprecare.

Riparare

Trasformare

Creare partendo da materia prima sostenibile

Ci sto riuscendo? Non so, forse mi sto facendo prendere la mano. Ci rifletterò su.

Ci provo con il progetto #salvatodallaspazzatura

bordare asciugamano

Oggi ci ho provato, dando un’altra possibilità ad un vecchio asciugamani preso presumibilmente con una qualche raccolta punti, di un rara spugna nido d’ape che occupa poco spazio e asciuga (che, strano a dirsi, non è cosa poi così frequente per un asciugamani).

Ho tagliato il bordo logoro ed ho bordato con uno sbieco, aiutandomi con il piedino per sbiechi. Nelle foto ce ne sono due diversi perché ho cambiato idea in corso d’opera, quello che poi ho usato è quello al centro che gestisce bene anche tessuti più spessi. Il punto con le foglioline lo fa la Singerona.

Sew you soon.

Che ne pensi?