Menu Chiudi

La tasca approssimativa – Come disegnare e confezionare le tasche davanti

Ecco a voi un tutorial completo su come disegnare, tagliare e cucire le tasche sul davanti per gonne e pantaloni. Il metodo delle tasche approssimative by produzionimproprie si può usare nei cartamodelli disegnati da voi, oppure per modificare modelli pronti. Con un po’ di fantasia  e spirito di adattamento potete anche modificare i capi del vostro armadio. Mai porsi limiti.

Il metodo per cucire le tasche che vi propongo io è naturalmente semplificato al massimo ma non privo di una sua plausibilità sartoriale: nei manuali di cucito essa è definita “tasca nello sprone dei fianchi”. Se non sapete cosa sia uno sprone potete cucire le tasche ugualmente senza necessità di prendere in mano il dizionario. Se invece avete voglia di imparare un concetto nuovo vi consiglio di lasciar perdere lo sprone e provare (se vi mancano, naturalmente) con inclusione, laicità o, al limite progressività fiscale.

titolo la tasca approssimativa

I vantaggi rispetto alla tasca inserita nella cucitura dei fianchi è che la tasca resta bloccata al suo posto dalla cucitura dei fianchi e del cinturino della vita, bella adesa al davanti dei pantaloni o della gonna, proprio li dove deve stare.

Il metodo delle tasche approssimative è un metodo su misura, si avvale perciò della collaborazione della mano del destinatario del capo finito o di qualunque altro essere umano dotato di proporzioni simili. 

Disegnare le tasche davanti

Per prima cosa ponetevi di fronte al cartamodello del davanti del pantalone e avvalendovi di un volontario disegnate la sagoma della mano in posizione, lasciando un paio di centimetri di agio. Cercate di non creare curve strane, ricordatevi che dopo la dovete cucire.

Ora, tolta la mano, completate il cartamodello disegnando il taglio sul pantalone dello spicchio o della lunetta dove infilare la mano. Tenete conto delle misure polso e tenete un po’ di ampiezza sul fianco e sulla vita per fissare la tasca nel cinturino e nella cucitura dei fianchi. 

Cartamodello tasche davanti

Da questo disegno dovete ricalcare sostanzialmente tre parti diverse del cartamodello: il davanti dei pantaloni (o della gonna) privato dello spicchio; il sacchetto tasca sopra, ovvero il pezzo di stoffa che rimane tra il dorso della mano e i pantaloni; il sacchetto tasca sotto, quello che sta tra il palmo della mano e la coscia.

parti del cartamodello tasca

Facedo riferimento alla pregevole grafica che vi ho preparato (quando c’è il talento) ricalcate le tre parti con la carta velina e poi poggiatele su stoffa in drittofilo. Attenzione ai margini da cucitura da aggiungere su carta o su stoffa come vi pare meglio. Valutate che da sotto lo spicchietto tolto dal davanti dei pantaloni si vede la parte alta del sacchetto tasca sotto: fate quantomeno un tentativo di far combaciare righe e fantasie.

Il sacchetto tasca sopra invece è invisibile nel capo finito: valutate di tagliarlo in una stoffa diversa se il tessuto è molto spesso. Se ci pensate, quando attaccherete il cinturino cucirete su 4 o 5 strati di tessuto (a seconda di come attaccate il cinturino), forse e vale la pena risparmiare un poco di spessore.

Confezionare le tasche davanti

Sovrapporre il sacchetto tasca sopra al davanti dei pantaloni, dritto contro dritto e cucire lungo la lunetta.

Rivoltare il sacchetto tasca verso l’interno dei pantaloni ed eseguire una ribattitura (una semplice cucitura dritta) lungo il bordi della lunetta.

Ora, sul rovescio, appoggiare il sacchetto tasca sotto sul sacchetto tasca sopra che in questo caso è sotto, ma è giusto così! perché voi siete sul rovescio del lavoro (è come la destra e la sinistra quando fate retromarcia). Non confondetevi e  guardate la figura.  Far combaciare bene le sagome e unite le due parti del sacchetto tasca lungo la linea curva.

Ora siete pronte per proseguire nella confezione del pantalone.

tasca davanti

So che esiste un movimento di emancipazione femminile basato sull’aggiunta delle tasche negli indumenti femminili (che di solito ne sono sprovvisti)  a pari di quelli maschili (che invece le hanno sempre). Io rispetto la cosa, anche se vedo delle forme di discriminazione e violenza un tantino più fastidiose dell’assenza di tasche nei vestiti, su cui mi sentirei di concentrarmi al momento. Se voi ritenete che tutto sia utile alla causa fate di questo post l’uso che preferite purché aderente allo spirito (ecco, non citatemi in un post sulla tasca sovranista, per esempio).

Posted in GUIDE IMPROPRIE, IMPARARE A CUCIRE, PANTALONI/GONNE

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.